Fisici sperimentali vs teorici, una battaglia a colpi di stringhe e misure

OggiScienza

7399255976_8394b50718_o
RICERCA – Gli uni a Waterloo, in Canada, gli altri a Bangalore, in India. Fisici sperimentali da una parte, colleghi teorici dall’altra: nella terza decade di giugno, quasi in perfetta sincronia, due importanti conferenze internazionali hanno radunato scienziati che condividono la passione per la fisica, ma hanno visioni molto differenti sull’approccio alla ricerca. In particolare, il nord America dal 20 al 24 giugno ha ospitato Convergence, organizzata dal Perimeter Institute, mentre dal 22 al 26 si è tenuta Strings 2015, il più importante raduno annuale di ricercatori che si occupano di teoria delle stringhe.

Nel corso della settimana non sono certo mancati i commenti degli organizzatori rilasciati alla stampa internazionale. La rivista New Scientist li ha definiti una “dichiarazione di guerra” da parte dei fisici sperimentali, ma in ogni caso il loro intento è chiaro: riportare i dati derivanti dagli esperimenti sul trono della ricerca scientifica, soprattutto…

View original post 450 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...